Saviano, Veltroni, Dalla, Raiz, e il dolore dei torturati

12/10/2010

A Silwan, nel quartiere di Gerusalemme Est dove la comunità internazionale chiude gli occhi dinnanzi al proliferare di colonie israeliane illegali e ai crimini di coloni armati fino ai denti con licenza di uccidere certi di godere di infinita impunità nei loro delitti contro gli arabi,

bambini come piccoli Davide impugnano fionde e si sacrificano per cercare di difendere la loro terra:

Anche ieri 4 bambini palestinesi rapiti durante un raid dell’esercito israeliano: a uno dei bambini hanno sparato alle gambe.

I genitori dei rapiti non hanno idea di dove si trovino i loro figli, l’unica certezza sono le torture e gli abusi che in queste ore stanno subendo.

Mentre il parlamento israeliano si appresta a tramutare in legge l’emendamento fascista sulla cittadinanza che come descrive Gideon Levy tramuta Israele in un nuovo stato etnocratico, teocratico, nazionalista e razzista, segnatevi questi nomi dei sostenitori della manifestazione sionista della settimana scorsa a Roma:

Roberto Saviano

Lucio Dalla

Massimo Ranieri

Raiz

Walter Veltroni

Piero Fassino

Furio Colombo

Francesco Rutelli

Giovanna Melandri

Rita Levi-Montalcini

Umberto Veronesi

Paolo Mieli

Pierluigi Battista

Giorgio Albertazzi

Che il dolore dei torturati possa torturare i loro sogni.

Vik da Gaza city

Annunci