Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Pagani subito liberi!!!!!!!

11/04/2010

Aggiornamento:

Dopo la “notizia” della confessione dei tre operatori di Emergency, aspettiamo che Karzai doppiato da Gasparri venga a dirci che sotto la barba di Gino Strada si cela Bin Laden….

Restiamo Umani

Vik da Gaza city

Leggi la riflessione di Giulietto Chiesa sulla sporca coscienza del ministro Frattini.


FIRMA L’APPELLO A SOSTEGNO DI EMERGENCY

.

I 3 operatori italiani di Emergency: l’infermiere Matteo Dell’Aira (coordinatore medico), il chirurgo d’urgenza Marco Garatti, veterano dell’Afghanistan e il tecnico della logistica Pagani, si trovano ancora sotto sequestro da parte dei servizi di sicurezza di Karzai, burattino afgano in mano ai trafficanti d’oppio e all’esercito USA.

Avevo incrociato Marco Garatti anni fa a Milano durante un incontro promosso da Emergency alla vigilia dello scoppio della guerra all’Iraq. L’ipotesi che Marco e gli altri operatori possano essere coinvolti nell’organizzazione di attentati suicidi farebbe ridere, se non che in Afghanistan c’è solo da piangere. A dirla alla Gino Strada, è un po’ come arrestare don Ciotti perché sospettato di voler assassinare il Papa.

LIBERI SUBITO!

Aggiornamenti e approfondimenti su PeaceReporter.net.

Solidarietà cieca e fondata senza se e senza ma agli amici di Emergency e a Gino Strada.

Vittorio Arrigoni dal porto di Gaza.

Annunci