Giornata di collera in Libia contro Gheddafi ricordando il baciamano di Berlusconi

16/02/2011

Dopo la caduta in Tunisia del regime di Ben Ali e in Egitto di Mubarak, il prossimo dittatore arabo destinato ad essere abbattuto dalla sua gente è Gheddafi.

Per domani 17 febbraio infatti in tutta la Libia è stata lanciata la “Giornata della collera“, in concomitanza con l’anniversario delle violenze di 5 anni fa scaturite dopo che il ministro della Lega Nord Roberto Calderoli aveva mostrato in diretta televisiva al tg1 una maglietta con le vignette contro Maometto.

Nella speranza che i libici si liberino presto del loro sanguinario satrapro, e che crollando Gheddafi si porti dietro pure il suo baciatore di mani preferito:

ps: la demenza senile non è di casa solo ad Arcore. Secondo media arabi Gheddafi ha deciso di partecipare alle proteste di domani. Sì, insieme agli anti-Gheddafi…