Ci vergogna per loro: Giovanni Lobrano

19/02/2011

Almeno 84 morti in Libia secondo Human Rights Watch.

In attesa che Gheddafi fugga dal suo paese in fiamme per rifugiarsi in Italia, dove Berlusconi e La Russa sono pronti ad accoglierlo stendendosi sul tappeto rosso, con parate di carabinieri a cavallo, le frecce tricolori, 200 “hostess” e una tenda beduina permanente a Villa Pamphilj a Roma, con relativi servizi annessi e connessi di bunga bunga, vorrei sapere cosa pensa di questa strage in corso Giovanni Lubrano, preside della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Sassari, che non molto tempo fa aveva deciso di conferire una laurea honoris causa al dittatore libico.

Rigor mortis causa sarebbe più appropriato.

Stay human.

Vik da Gaza city

SASSARI: PRESIDE GIURISPRUDENZA, LAUREA A GHEDDAFI OPPURTUNITA’ SVILUPPO DIALOGO

Sassari, 11 maggio. (Adnkronos) – “Il conferiremento della laurea honoris causa al presidente Gheddafi da parte di una facolta’ che si pone certamente in un contesto diverso da quelle islamico contribuisce a un processo gia’ in corso di dialogo e di conoscenza reciproca fra sistemi giuidici diversi ma convergenti nel Mediterraneo”. E’ questo uno dei motivi fondamentali che hanno spinto il Consiglio della facolta’ di Giurisprudenza dell’Universita’ di Sassari, ad approvare la proposta formale del preside, Giovanni Lobrano, di conferire la laurea honoris causa al leader libico, Muammar Gheddafi.
“Anche se ho proposto io la cosa e ho votato a favore – precisa pero’ il preside con l’ADNKRONOS – e’ mia abitudine scientifica non attribuirmi meriti che non ho. Non posso definirla come una mia iniziativa ma sicuramente la proposta in facolta’ l’ho fatta io. Prima ne ho parlato con alcuni colleghi anziani e poi con il Magnifico rettore, Alessandro Maida. In particolare, ci siamo fatti carico di renderci conto se ci poteva essere una disponibilita’, una attenzione politico diplomatica per l’iniziativa. Poi veramente di piu’ non posso dire perche’ non si tratta di questioni personali di cui posso disporre. Su alcune cose sono veramente impegnato alla riservatezza”.