Arresto ed espulsione

Arresto ed espulsione dalla Palestina – 2005

Nel Dicembre del 2005 Vittorio Arrigoni, assieme ad una decina di volontari, attivisti per i diritti umani dell’ISM, decide di recarsi in Palestina per prender parte alla Conferenza Internazionale sulla Non-Violenza in programma a Betlemme.

Una lista nera israeliana vieta ad operatori umanitari, attivisti, di raggiungere la Palestina. Sono centinaia le  persone che si vedono rifiutare l’ingresso in Israele.

Vittorio e i suoi compagni decidono di arrivare direttamente a Tel Aviv  e rifiutare, se espulsi, di prendere quell’aereo che li avrebbe riportati a casa.

Un’azione di disobbedienza civile per spezzare la catena di apartheid in Palestina, metter fine al deliberato isolamento imposto da Israele sui civili palestinesi, che nega loro la solidarietà internazionale.

Non ho alcun timore di rischiare sulla mia pelle
per rivendicare un diritto fondamentale come quello della libertà,
la mia libertà di portare sostegno ai più disperati,
la mia libertà di sostenere quelli che si sentono dimenticati,
la semplice libertà di ricevere abbracci da quelli che considero miei fratelli sebbene di un’altra lingua e cultura.” Vittorio Arrigoni

shayef el bahr shou kbir (GUERRILLARADIO TORNA IN PALESTINA)

Guerrilla Radio in volo per Tel Aviv

GUERRILLA RADIO: COLOMBE BIANCHE IMPRIGIONATE

Non saranno le ingiuste sentenze a giustificare la nostra resa

ALLEANZE ISRAELIANE: Uri Davis dalla nostra